LA COOPERATIVA L'ACCOGLIENZA
 
L'ASSOCIAZIONE CASA BETANIA
 
 
pagine viste dal 14/10/05

I VOLONTARI- Il gruppo Junior ed i tutor formativi

La formazione dei volontari è parte integrante del servizio svolto a Casa Betania affinché questo sia al meglio rispondente ai bisogni dei nostri ospiti.

Grazie all'iter di inserimento adottato per coloro che intendono effettuare esperienza di volontariato presso Casa Betania, si è verificato, nel tempo, un aumento del numero di volontari che prestano stabilmente servizio e una minore dispersione di forze.

Si è reso necessario, pertanto, dapprima suddividere il percorso formativo in una formazione base, riservata ai nuovi volontari (Gruppo Junior) e una formazione di approfondimento, rivolta invece a quei volontari che nel tempo avevano assunto ruoli di maggiore responsabilità (Gruppo Senior).

In seguito, dato che gli incontri di formazione riservati al Gruppo Junior vedevano una presenza sempre più numerosa di partecipanti, si è pensato, per favorire il loro inserimento ed una maggiore partecipazione personale, di dare maggiore spazio al dialogo e all'ascolto delle loro esperienze e di prestare attenzione alle loro difficoltà nella gestione della relazione con gli ospiti (mamme e bambini) e con i volontari del turno di appartenenza: ciò poteva realizzarsi solo suddividendo i volontari del Gruppo Junior in piccoli gruppi, in cui la comunicazione interpersonale sarebbe stata agevolata.

Incontrandosi separatamente, la conduzione dei piccoli gruppi è stata affidata a volontari del Gruppo Senior disposti a seguirne la formazione: i Tutor Formativi.

La nascita di questa nuova figura all'interno di Casa Betania è stata determinata, pertanto, dall'esigenza di rispondere in modo più adeguato alle esigenze di formazione dei nuovi volontari facenti parte del Gruppo Junior.

Il Tutor formativo, al pari del tutor del turno, è diventato un ulteriore punto di riferimento per raccogliere qualsiasi tipo di difficoltà relativa non solo alle mansioni del servizio, ma anche a quelle di carattere personale legate alla relazione con gli altri volontari e con gli ospiti.

I Tutor formativi, a loro volta, si preparano a questo loro impegno incontrandosi periodicamente per concertare il percorso formativo e confrontarsi sulle rispettive esperienze.

Questa nuova formula ha permesso di approfondire quegli argomenti ed affinare gli strumenti alla base del sistema delle relazioni interpersonali: l'accoglienza, l'ascolto e l'osservazione, il significato della relazione, la comunicazione verbale e non verbale, l'handicap, la progettualità della casa famiglia, l'affidamento familiare e l'adozione sono stati temi ampiamente trattati e dibattuti.

I volontari, sentendosi maggiormente accolti e ascoltati nel confronto sulle personali difficoltà, hanno meglio compreso il lavoro mirato su progetto che Casa Betania persegue per ogni persona accolta, e di cui ognuno deve potersi sentire parte attiva e partecipata.

« torna a I volontari

     

posta@casabetania.org
© Cooperativa L'Accoglienza 2005